18/03/2019

Il progetto Mousike et Arete entra nel vivo

Lunedì 17 giugno 2019 l'incontro preliminare che accende i riflettori sulla musica antica della Magna Grecia. Archeologia Musicale in terra di Taranto, Grecia, Albania e Montenegro.

Musiké et Areté è un progetto di studio, ricerca, elaborazione ed esecuzione di una composizione contemporanea ispirata ai canoni musicali e artistici della Magna Grecia. Prendendo spunto dal famoso trattato Mousiké et Areté, la musique et l’etique de l’antiquitè a l’age moderne di Florence MalhommeAnne e Gabriele Wersinger i quali sono riconosciuti universamente quali fondatori di quella branchia dell’archeologia denominata Archeologia Musicale, il progetto intende realizzare nelle capitali della Magna Grecia, in Italia e nei Balcani un percorso di ricerca, sviluppo, elaborazione di una composizione musicale e testuale, e rappresentazione della stessa, che riunisca gli stilemi del mondo magno greco e romano. Il progetto vede in partnership le seguenti istituzioni:

Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Regione Puglia
Regione Basilicata
ARCoPu Associazione Regionale Cori Pugliesi
Orchestra ICO Magna Grecia
L.A Chorus | Associazione Matera in Musica
Basilicata Circuito Musicale
MArTa Museo Archeologico Nazionale di Taranto

In seguito ad una call internazionale sono stati selezionati in qualità di compositore under 35 il maestro Simone Falcone e in veste di giovane autrice la dott.ssa Claudia Ostuni.

Lunedì 17 giugno 2019 a Taranto l'incontro preliminare prima della fase di residenza di studio che porterà i giovani ricercatori tra giugno e luglio 2019 ad una serie di approfondimenti in musei, siti archeologici, città culturali in Italia, Montenegro, Albania e Grecia.

Buon lavoro ai giovani ricercatori!


Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.